La Storia       Maschile     La Città     Centri CAS     Foto storiche      Foto squadre       Fipav RG            @ Contatti

 

 

 

 

 

 

 

 

·  Per parlare della storia del volley a Comiso e’ d’obbligo iniziare dall’ U.S. Ardens. Questa è una società sportiva fondata nel lontano 1965 dal compianto ing. Nino Davolos assieme ad un gruppo di coetanei. Avevano in comune tanta voglia di stare assieme e la passione per lo sport. Nei primi tempi, parlato, successivamente praticato e infine organizzato. Una piccola sede(una stanza e un bagno) presa in prestito dalla parrocchia, niente in tasca e tanto entusiasmo, quello dei ragazzi è infinito, è stato l'inizio della grande avventura. Da sempre, quindi, votata alla valorizzazione dei giovani attraverso la pratica dell’attività sportiva.

Stimati professionisti di Comiso ricordano con piacere le proprie "gesta", svolte da giovani, nel campo dello sport, con la nostra società.

Da circa vent’anni la nostra Associazione si occupa di pallavolo femminile raggiungendo traguardi che la collocano ai vertici regionali ; anche in campo nazionale si sta ritagliando spazi sempre più importanti in questo sport al femminile che sta letteralmente bruciando le tappe nell’attenzione , sia dei mass media ,sia degli sportivi.

Negli ultimi cinque anni la nostra prima squadra, vetrina della società, è stata protagonista assoluta del campionato nazionale di B2 sfiorando sempre per pochissimo la promozione in serie superiore.

È mancato quel qualcosa in più che avrebbe potuto proiettarla nell’Olimpo della pallavolo che conta.

Nel contempo sono cresciute le aspettative dei tifosi, ma anche della città.

Comiso da, sempre, ha avuto tradizioni sportive di tutto rispetto. Negli anni '50 e '60 pugilato e ciclismo hanno catalizzato l'attenzione degli sportivi. Nella prima metà degli anni Sessanta si affermarono due sport di squadra "emergenti", il basket e il volley. Ben presto l'uno e l'altro soppiantarono nelle preferenze degli sportivi i primi due, mentre il calcio, mai è uscito dalle secche di un anonimo dilettantismo. Diana Basket e U.S. Ardens hanno scritto pagine gloriose, non soltanto per lo sport comisano e ragusano, ma almeno siciliano. Poi, dopo un ventennio di onorata esistenza, la stella della Diana Comiso tramontò. La società scomparve, dopo aver partecipato a diversi campionati nazionali.

Resiste l'Ardens, più solida di prima, perfino con maggiore entusiasmo degli anni iniziali. la sua parabola è ancora in ascesa. Le potenzialità societarie e squisitamente sportive, appaiono ancora non espresse appieno. Accresciute, negli sportivi Comisani e ragusani in generale, che vantano solo una squadra a Ragusa in A2, la fame di sport ai massimi livelli possibili, soprattutto se femminile, dove si ricordano gli ormai lontani trascorsi in serie A dell'Aurora Giarratana.

Oggi i tempi sono maturi per rivedere una squadra ragusana alla ribalta nazionale:il pubblico, favoloso negli incontri di play-off; il settore giovanile all’avanguardia; la competenza e la passione dei dirigenti; l’attenzione che l’Amministrazione Comunale rivolge alla nostra Società, una situazione economica tranquilla, senza debiti, sono tutti indicatori positivi per realizzare le aspettative di dirigenti, sportivi e amministratori locali ed inaugurare una nuova lunga e duratura stagione sportiva ad alto livello tutta al femminile.

L’U.S. Ardens conta circa trenta soci, si pensa di arrivare a quota cinquanta nella prossima campagna tesseramento, tra essi viene eletto, nell’Assemblea dei Soci, il Presidente, che dura in carica quattro anni, e il gruppo dei dirigenti.

La squadra gioca in uno splendido impianto sportivo, intitolato al nostro Presidente fondatore della Società Ing. Nino Davolos, e gestito dall’Amministrazione Comunale. L’impianto dispone di più di cinquecento posti a sedere e mediamente assistono alle partite del Sabato sera circa 250 spettatori, nelle partite di cartello si arriva anche a quattrocento persone e nei play-off si è registrato spesso il tutto esaurito. Ma un altro splendido impianto, di circa 3500 posti, sta per essere ultimato e quindi sarà presto fruibile dalla nostra società.

Il nostro settore giovanile, naturale serbatoio della prima squadra, è veramente di prim’ordine come dimostrano i tantissimi titoli regionali conquistati, in media uno ogni due anni , quest’anno ne abbiamo vinti addirittura due, e le tantissime partecipazioni alle finali nazionali dove abbiamo conteso il titolo di campione d’Italia di categoria a squadre che hanno annoverato tra le loro fila atlete che attualmente giocano in Nazionale.

Quest'anno la nostra società partecipa, come avviene ormai da diversi anni a questa parte, a diversi campionati sia di serie che di categoria.

La serie B2 effettua trasferte in Sicilia, Calabria, e Basilicata nella regular-season , mentre si arriva in Campania Molise e Puglia nei play-off.

La serie D, naturale serbatoio di atlete per la prima squadra, effettua trasferte in tutta la Sicilia orientale.

Partecipiamo, inoltre, a tutti i campionati giovanili organizzati dalla FIPAV, la federazione Pallavolo. Nell'Under 13 e nell'Under 15 siamo favoriti nella conquista del titolo regionale. E' lecito pensare che la nostra U.15 sarà protagonista assoluta nelle finali nazionali in quanto vi partecipa con la stessa squadra dello scorso anno che tanto bene si è comportata pur annoverando tra le proprie fila tutte ragazze di un anno più piccole rispetto al limite dei quindici anni consentito dal regolamento federale. Sia la prima squadra che le squadre giovanili sono molto seguite dai mezzi di comunicazione, mentre  servizi a cadenza bisettimanale vengono trasmesse nelle televisioni private.

                                                                                                                              L'U.S. Ardens

 

                 

  Giovanni Guastella. (ex atleta ed allenatore 2°)

       Posso dire di aver vissuto il volley maschile a Comiso quasi sin dagli anni settanta per poterne parlare con molta verità e nostalgia.

 Il volley maschile a Comiso inizia intorno ai primi anni settanta grazie ad alcuni amatori quali: N. Girlando, A. Guccione, G. Campanella ed altri che dopo avere iniziato con piccole società come l'interclub, oppure con il Sacro Cuore, continuarono l'attivita' all'interno dell'Ardens Comiso che allora svolgeva Basket e Pallavolo.Questi pallavolisti coltivarono tale disciplina sportiva fino al punto di parteciare ai primi Campionati Provinciali e Regionali quali la promozione (attuale 1° div.) e successivamente la serie D .

La formazione della prima squadra maschile che si affaccio' in serie D nel 1978/79 era la seguente: A. Guccione, G. Campanella, G. Tarantino, G. Distefano, G. Zago, G. Digiacomo, P. Digiacomo, L. Sallemi, G. Guastella, R. Alessandrello, G. Re, B. Calabrese. Di seguito si unirono al team anche atleti come S. Spataro, A. Alessandrello, A.Buffalino e molti altri. In particolare, mi ricordo il campionato del 1979/80, che poi fu l'ultimo di questo ciclo, quando questa squadra pur retrocedendo riuscì a battere per ben due volte (una volta in campionato ed un'altra in un quadrangolare) la squadra del Caltagirone che quell'anno vinse il campionato e che proseguì negli anni a seguire la scalata fino alla serie A con il Piazza Armerina.

Dopo la retrocessione si interrompe il primo ciclo del volley maschile a Comiso, anche perchè i promotori dirottarono la loro passione nel Volley Femminile che da quel momento inizia un lungo periodo positivo fino ad arrivare ai giorni nostri con l'esistenza di solo Volley femminile a Comiso.

Dopo due anni di silenzio altri appassionati atleti del volley maschile si fanno vivi, così da formare una nuova squadra che partecipando al campionato di prima divisione provinciale nel 1982/83, lo vincono e riaprono il secondo ciclo (molto breve). Questi ragazzi nei nomi di E. Faro, G. Cirica ed altri, si affiancano al gruppo piu' giovane del primo ciclo e nel 1983/84 avendo in prestito l'Ardens come società e a spese proprie, affrontano un campionato di serie D regionale abbastanza duro riuscendo a non retrocedere. Gli atleti di questa squadra li elenchiamo di seguito, sono: G. Digiacomo (Ala), L. Sallemi (centrale), G. Cirica ( ala), P. Digiacomo ( Alzatore), S. Spataro (centrale), G. Guastella (ala), R. Alessandrello (ala), B. Calabrese (ala), E. Faro ( Opposto) A. Alessandrello ( alzatore).

Nel 1984 non avendo appoggio ne dall' Ardens e da nessun altro, il volley maschile scompare per altri due anni mentre la squadra femminile dell'Ardens arriva in serie C e dopo in B2.

Un terzo ciclo si apre nel 1986 quando un nuovo gruppo di ragazzi in testa E. Faro partecipano ancora al campionato di prima divisione col nome di Ardens vincendolo, cosi da riaprire le porte ad un altro breve periodo del volley maschile. Infatti l'anno dopo per poter partecipare al campionato di serie D rientrano alcuni atleti che per passione erano andati nelle vicine citta' per continuare a giocare. Questi erano: G. Zago ( andato a Giarratana), G. Guastella ( andato a Vittoria). Grazie alla vicina base missilistica., si uniscono alla squadra anche un militare americano ed un sott/le italiano ( R. Denaro). La squadra si allena per vincere il campionato ed approdare in serie C. L'inizio è quello giusto, infatti alla terza giornata si vince contro il Volley Modica ( altra pretendente al titolo) per 3 a 1, mettendo così una seria ipoteca alla vittoria finale. La squadra gioca bene e continua a vincere fino a quando per problemi burocratici di cartellino due atleti non possono piu' giocare e quindi viene penalizzato di molto il risultato finale non riuscendo così a vincere il campionato che va al Volley Modica. Il secondo anno si partecipa ancora alla serie D riuscendo dignitosamente a salvarsi. Questi gli atleti che compongono la squadra del 1987/88: G. Guastella, S. Spataro, R. Alessandrello, E. Faro, S. Bombaci, O. Incremona, F. Occhipinti, G. Occhipinti, G. Inghilterra, G. Cosentinio, A. Depetro.

Il terzo anno 1988/89 si apre con poca voglia dei dirigenti dell'Ardens di seguire il Volley Maschile anche a causa dei troppi impegni con quello femminile diventato ormai una realta' in serie B2, cosi' ancora una volta ( l'ultima per l'Ardens) scompare il volley Maschile a Comiso con il dileguarsi di tutti gli atleti nella vicina citta' di Vittoria. Quì gli atleti numerosi arrivati da Comiso, permettono alle due societa' di Pallavolo Maschile ( Pallavolo Vittoria e Kamarina Vittoria) di partecipare al campionato di serie D e di arrivare Rispettivamente secondi e primi e quindi dare a molti atleti di Comiso la gioia di partecipare al campionato di serie C l'anno dopo. Siamo giunti nel 1990 e la Pallavolo Vittoria partecipa alla serie C con un gruppo formato in maggioranza da atleti comisani. rimane per due anni in questa serie fino alla scomparsa ( anche quì) della stessa societa' nel Giugno 1992.

Intanto a Comiso in senso contrario a quello della pallavolo Maschile, il Volley femminile cresce anche con nuove societa' come la Polisportiva Annunziata .

E' grazie a questa societa' , che nel 1994, su imput di N.Girlando e la collaborazione di due vecchi atleti quali G. Guastella e R. Alessandrello si cerca di far ritornare la pallavolo maschile formando una squadra fatta di vecchi atleti affiacati a degli altri piu' giovani, ed in parallelo curando i centri C.A.S. maschili, il tutto sotto le cure di G: Guastella e R. Alessandrello.

In questo anno ha inizio il più lungo periodo del volley Maschile a Comiso, durante il quale dopo aver vinto la solita prima divisione si partecipa a due campionati di serie D senza retrocedere, la formazione era la seguente: G.Guastella (all. e Atleta), R. Alessandrello (all. e atleta), G. Azzara (centrale), S. Dipasquale, P. Lombardo, A. Calcagno, S. Bombaci, L. Lombardo, B. Calcagno, M. Catalano.Quando si era molto vicini alla serie C, grazie al riordino dei Campionati di volley in Italia, un'indecisione della Pol. Annunziata, interrompe per un anno ancora l'attività maschile, rinunciando anche al campionato di serie D, per riprendere nuovamente con altri nuovi atleti giovani curati ancora da G.Guastella e R. Alessandrello per poi finire ancora una volta nel 1999 dopo che G. Guastella un anno prima, passa ad allenare la squadra femminile della Pol. Annunziata e la stessa società rinuncia alla attivita' del settore maschile cedendo i migliori atleti alla squadra di Ragusa Vinci

Ancora una  fiammata, il volley Maschile la dà nel 2000 grazie alla nascita di una nuova società la ( Kasmenea volley 2000) con la quale cerca ancora di riemergere, ancora con esito negativo. Infatti dopo lo svolgimento di un campionato provinciale, a causa della scarsa presenza di giovani, della poca pubblicità ed del disinteresse delle societa' stesse, si ha una ulteriore sconfitta per la Pallavolo Maschile.

Nel Settembre 2004 alcuni di questi atleti che hanno fatto il volley maschile a Comiso, adesso con qualche capello bianco, si uniscono ed insieme formano una nuova società con l’intento di riportare ancora una volta i ragazzini in palestra. Questa è la A.S.D. ComisoVolley che invito a conoscere nella pagina web del nostro sito

www.comisovolley.it/comisovolley.htm.

Nel concludere questa mia cronostoria del volley Maschile a Comiso vi ricordo che alcuni atleti reduci, armati di passione per lo sport, anche se non hanno potuto svolgere attività pallavolistica nella propria città, portano oggi un pò di Volley comisano fuori dalle mura della nostra città, questi sono: G. Azzara ( che ha militato fino ala B1 con il Motuka Modica ), P.Lombardo (uno dei piu' bravi in Sicilia nel suo ruolo <libero> che ha militato fino in B1 nel nel Gela), F. Iudicelli (ha giocato in B2 con una squadra di Milano) il Volley Desio. Finisco con l'augurio che ci sia un seguito, in un futuro molto prossimo, per la Pallavolo Maschile a Comiso, sperando anche nell'iniziativa di coloro che amano lo sport ed in particolare la pallavolo.

Giovanni Guastella.

        La  Storia

La pallavolo a Comiso nel passato: Ecco coloro che hanno fatto la storia del volley a Comiso in particolare la Pol. B.Pace, l'Ardens e L'Annunziata.